5 Miti su Cosa Vogliono le Donne a Letto

Siamo tutti cresciuti in un mondo in cui se la donna ha tanti amanti è considerata una poco di buono, mentre se è l’uomo ad avere tante donne è considerato una star.

Questo schema di pensiero, così radicato nella cultura italiana e occidentale è ovviamente fuorviante e maschilista e porta la donna alla chiusura e alla tendenza a non parlare apertamente di sesso poiché si sentirebbe giudicata.

E’ difficile dare piacere ad una donna se non sappiamo cosa le piace e ci sarà occasione per parlarne apertamente in base alle esperienze che ho avuto.

Prima però sfatiamo alcuni miti su cosa vogliono le donne a letto.

Ci sono convinzioni piuttosto radicate dentro di noi che sono diventate vere e proprie realtà limitanti difficili da smontare:

Mito N°1: Solo un pene grande può provocare orgasmi vaginali alla tua partner

La verità è che solo il 15% di tutte le donne raggiunge l’orgasmo solo attraverso la penetrazione vaginale (Statistiche scientifiche).

In questa piccola percentuale di donne che ci riesce, la loro eccitazione è spesso molto alta e preceduta da molti preliminari e stimoli.

Nella maggior parte delle donne è il clitoride, non la vagina, la parte più sessuale del loro corpo e quindi non raggiungono facilmente quello che per loro è l’orgasmo con la penetrazione, anche se hai 25 cm di pene.

Mito N° 2 – Puoi soddisfare una donna solo se duri per ore.

La verità, nonostante ciò che appare nel porno, è che per la maggior parte delle donne oltre i 30 minuti di rapporto può essere doloroso.

Quando il rapporto è troppo lungo, la lubrificazione vaginale diminuisce poiché la vagina assorbe i liquidi, causando attrito e disagio.

Non metto in dubbio che ci siano donne che abbiano appreso come rimanere bagnate a lungo e spero che ci siano uomini in grado di soddisfarle se lo desiderano, ma nella mia esperienza saranno loro a chiederti di fermarti.

Mito N° 3 – L’eiaculazione precoce è terribilmente deludente per una donna

La verità è che spesso la grande delusione dovuta all’eiaculazione precoce è causata dall’uomo che si allontana per la vergogna, non per il fatto che ha eiaculato troppo rapidamente.

Se rimanessi in gioco e continuassi ad eccitarla ed essere emotivamente presente, il 99% delle volte, la donna sarebbe comunque soddisfatta.

Mito N°4 – I veri amanti sanno come toccare una donna.

La verità è che i migliori amanti chiedono a una donna come le piace essere toccata.

Non esistono regole ed è un condizionamento culturale credere che l’uomo debba sapere quando e come la donna abbia voglia di fare sesso.

La sensibilità genitale delle donne varia a seconda dell’ora del mese, dell’ora del giorno, del giorno stesso.

Soprattutto se la relazione è abbastanza giovane, non c’è modo che un uomo possa sapere come toccare una donna a meno che lei non glielo dica apertamente.

Mito N° 5 – Una stimolazione clitoridea forte e veloce la farà venire

La verità è che solo a volte è così. Sfortunatamente, molti uomini iniziano dal clitoride.

In realtà, alle donne piace che le si accenda prima la stimolazione mentale, con la seduzione i flirt e dei bei momenti intimi.

Poi vengono i preliminari fisici con abbracci, baci e tocchi leggeri.

Sono necessari almeno 20 minuti nella maggior parte delle donne affinché siano pronte ad una stimolazione diretta del clitoride.

E anche qui, molto delicatamente all’inizio e solo dopo, se le piace, puoi stimolarlo rapidamente e con vigore. Chiedile di mostrartelo, non vede l’ora.

Conclusione su “Cosa vogliono le donne a letto

Cosa deduci dall’aver sfatato questi miti su cosa vogliono le donne a letto?

Qual è il fattore costante che si presenta sempre e comunque?

Mentre tu provi a impressionarla con le tue idee da porno attore, quello che vogliono le donne a letto è CONNESSIONE, anche e soprattutto attraverso la COMUNICAZIONE.

Come fare dunque a creare connessione nel momento in cui hai problemi anche solo a raggiungere un’erezione in sua presenza?

Scoprilo in uno dei prossimi articoli e iscriviti alla newsletter se vuoi contenuti video su questi argomenti.

Potrebbe interessarti anche:

Porno e Masturbazione: Abitudine Devastante N°3

Porno e Masturbazione: Abitudine Devastante N°3

Nei due articoli precedenti abbiamo visto perché alcune abitudini possono essere molto dannose per la tua erezione. Se non li hai ancora visti ti consiglio di leggerli prima possibile. Ma c’è un'altra abitudine di vita "malsana" che può portare a problemi sessuali ed...

Fumo ed Erezione: Abitudine Devastante N°2

Fumo ed Erezione: Abitudine Devastante N°2

Nell'articolo precedente ho parlato di droghe, alcol ed erezione come una delle abitudini più devastanti per la tua erezione. Se non l’hai ancora letto e l’argomento ti interessa, ti consiglio di farlo subito dopo la lettura di questo articolo. Sono ormai lontani i...

Alcol, Droghe ed Erezione: Abitudine Devastante N°1

Alcol, Droghe ed Erezione: Abitudine Devastante N°1

Se hai difficoltà a ottenere o mantenere un'erezione abbastanza a lungo e hai il sospetto che possa dipendere anche da alcune abitudini che sai già essere dannose per te, questa serie di 3 articoli potrebbe aiutarti a trovare finalmente la motivazione giusta per...

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.